Home > Cucina > I Dieci Ingredienti più costosi del Mondo

I Dieci Ingredienti più costosi del Mondo

Ci sono cibi che sono una vera delizia, che sorprendono per il loro sapore e per la loro rarità. Ma si sa che più un cibo è raro, più è costoso. Vediamo allora quali sono gli ingredienti più costosi del mondo. In caso di vincita al Superenalotto bisogna anche imparare a cucinare con gli ingredienti giusti

Caviale Beluga
Le uova di storione selvatico sono vendute in preziosissime e piccole quantità. Infatti il costo si aggira intorno ai 4.000 € al chilo, fino ad arrivare a prezzi da capogiro (37.000 € circa) per le specie più pregiare. Parliamo di un particolare tipo di caviale beluga, ricavato dagli storioni del Mar Caspio di più di 100 anni di età. Un caviale bianco, come i diamanti. Ottimo da spalmare sui blinis, si può anche gustare direttamente dalla confezione.

Caffè Kopi Luwak
Il caffè più costoso e più raro del mondo è il Kopi Luwak. Originario dell’Indonesia, viene prodotto in quantità bassissime per la particolarità della lavorazione dei chicchi. Questi vengono raccolti da terra nelle piantagioni di caffé, dopo essere stati mangiati, digeriti ed “espulsi” (ebbene sì) da un piccolo marsupiale chiamato appunto Luwak, che si ciba solo dei migliori frutti delle piante di caffé. La fermentazione che avviene durante la digestione, conferisce al caffé un gusto corposo e quasi liquoroso, con sentori di erbe aromatiche e confettura d’arance. Un lusso da 500 € al chilo.

Il tartufo bianco d’Alba
Nascosto nei territori delle Langhe e del Monferrato, il tartufo bianco di Alba e Asti è uno dei cibi più pregiati, tanto che Gioacchino Rossini, lo definì il “Mozart dei funghi”. Il prezzo oscilla dai 189 € fino a toccare la vetta dei 6000 € al chilo. Il suo gusto tutto particolare arricchisce le prepazazioni a base di uova, pasta, carni e perfino la pizza.

Pesce Palla o Fugu
Il pesce palla è conosciuto al mondo come uno dei pesci più velenosi. Allora come ha fatto a diventare uno più prelibati cibi tipici della cucina giapponese? Una particolare e difficile tecnica consente di consumare la sua carne senza avvelenarsi. Gli chef in grado di lavorarlo non sono molti e la vendita è soggetta a divieto in Europa. Mangiare un piccolo piatto a base di fugu può costare intorno ai 65 €, fino ad arrivare a cifre più elevate. Lo chef Mukoujima Hashimoto prepara un ottimo porridge con il pesce palla, ma si può mangiare anche in carpaccio, servito con una salsa a base di succo di agrumi e salsa di soia.

Zafferano
Lo zafferano sembrerebbe ormai diffuso e alla portata di tutti, ma gli stami freschi del Crocus sativus, arrivano a costare circa 800 e al chilo, anche se le quantità di zafferano utilizzate per ogni portata sono notevolmente minori. Per gustare il suo sapore e arricchiere i piatti di colore, lo zafferano va sciolto in poca acqua tiepida. Ad esempio, per la paella, si può utilizzare l’acqua di cottura del riso.

Tonno rosso
Il tonno rosso è diventato ormai un pesce in via d’estizione e molte associazioni si stanno battendo per il divieto di pesca di questa varietà di tonno. Se nelle acque europee le restizioni sono molto elevate, in Giappone continua a essere consumato, servito come sashimi. Nel gennaio 2010, la BBC ha dato la notizia di un tonno rosso di 232 kg. venduto alla cifra esorbitante di 175.000 dollari.

Patata Bonette
La patata più costoso al mondo è francese, la Bonnotte. Ogni anno vengono coltivate e raccolte solo 100 tonnellate di questa patata di alta qualità, che cresce solo nell’isola di Noirmoutier. I campi di patate richiedono di essere concimati solo con alghe che crescono in questo particolare clima marittimo. Il costo di un solo chilogrammo può arrivare fino a 500 €.

Kobe o manzo Wagyu
La carne di manzo Kobe proviene dai bovini di varietà Wagyu, allevati e macellati nella zona di Kobe in Giappone. Questo tipo di carne è caratterizzata dall’elevato numero di venature di grasso presenti nella carne, che la rendono particolarmente tenera da mangiare. Famoso è il panino realizzata con questa carne da Burger King al prezzo di 85 sterline.

Tè verde matcha
Solitamente venduto in piccoli barattoli 100g o meno, il tè verde matcha viene venduto macinato in modo molto sottile. Dotato di un alto contenuto di antiossidanti e di caffeina, può essere utilizzato nelle preparazioni di cibi, di bevande calde o per aromatizzare gelati e dolci. Il costo si aggira attorno ai 120-150 € al chilo.

Foglia oro commestibile
Per chi vuole sentirsi veramente prezioso, anche a pranzo, esiste la foglia d’oro commestibile. Composta da oro 23 carati, è stata autorizzata come additivo alimentare dall’Unione Europea e si usa sia in polvere che in foglia, da sciogliere sui piatti caldi. L’oro commestibile viene utilizzato anche per la decorazione di cocktail, sia sulle preparazioni dolci che salate. Il prezzo? Circa 20 € per 150 milligrammi!
Le ricette per provare questi e tanti altri gustosi ingredienti le trovate tutti nel cerca-ricette di Alice!

Articolo preso da it.ricette.lifestyle.yahoo.net

Categorie:Cucina Tag:
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: