Home > Motori > Da parigi la nuova Ferrari

Da parigi la nuova Ferrari

Se ad ogni Salone dell’Auto che si rispetti la parola d’ordine è futuro, non c’è che dire, i marchi più blasonati stanno dando risposte chiare ed interessanti. Tra questi anche la nostra Ferrari che in quel di Parigi ha appena svelato la California HELE.

Un acronimo che la dice lunga e che sta per “High Emotion Low Emission”. Tutto chiaro? Emozioni mozzafiato tipiche di una vettura con un “Cavallino Rampante” stampato sul cofano, senza però dimenticare il rispetto per l’aria che respiriamo.

La prova? Le emissioni di anidride carbonica emesse nel ciclo urbano che stando ai numeri snocciolati dal costruttore italiano crollerebbero addirittura del 23%. Il perché passa tutto dal buon lavoro fatto per migliorare l’efficienza del già noto e potentissimo propulsore benzina ad otto cilindri a V.

Senza entrare nei tecnicismi basti sapere che gli ingegneri di Maranello sono riusciti a diminuirne il consumo di corrente; il peso è stato sfoltito di un paio di chilogrammi ed è stata abbassata anche la resistenza all’avanzamento viaggiando alle velocità più sostenute.

Per non dimenticare l’esordio dello Stop e Start, perfettamente a proprio agio sia in fase di spegnimento che di ravviamento della California (per riaccendersi ci vogliono solo 230/1000 di secondo)!
Parliamo della prima Ferrari ad esserne dotata e questo fuga definitivamente ogni dubbio: il sistema c’è e funziona alla grande anche sulle vetture con prestazioni formato pista.
Il suo funzionamento è geniale ed entra in gioco ad ogni sosta prolungata. L’esempio classico ce lo offre il solito semaforo: al rosso fermiamo la vettura ed il motore si spegne automaticamente per poi riavviarsi con la semplice pressione dell’acceratore allo scattare della luce verde! Semplice no…?

Anche viaggiare al fresco, ma con più razionalità aiuta però a dare un bel contributo all’ambiente! Il compressore dell’aria condizionata ad esempio è stato rivisitato quel tanto che basta per abbattere del 35% la coppia utilizzata per rinfrescare l’abitacolo! Risultato finale? Clima ideale ottenuto molto più rapidamente e CO2 in picchiata da quasi 300 a 270 g/Km!

Articolo preso da Yahoo Cars.

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: